Ecco cosa trovi in Contideposito.it

Questo sito è gestito da un gruppo di amici appassionati di economia. Siamo sempre alla ricerca di promozioni e informazioni utili inerenti la situazione dei conti deposito italiani, Tu qui sei il benvenuto, contribuisci dicendo la tua o suggerendo link interessanti. Puoi utilizzare il FORUM oppure lo spazio commenti presente in fondo alla pagina.

Ecco la tabella dove monitoriamo i tassi d'interesse

A grande richiesta è online la pagina con il tabellone dove aggiorniamo i tassi e le offerte su conti deposito italiani. Contribuiamo tutti a mantenerlo aggiornato, è un utilissimo strumento per farsi una idea di cosa offre il mercato in un dato momento.
Aggiornati i tassi con i commenti della situazione di Giugno 2014, stabili o in discesa i rendimenti, qualche novità sui premi di benvenuto per i nuovi clienti e l'indomabile banca Marche a dettare il ritmo.

il Miglior Conto

Se stai cercando il conto deposito migliore dovresti prima capire alcune cose per noi fondamentali, il conto deposito migliore in assoluto non esiste, i tassi variano, le condizioni mutano, le promozioni finiscono e quello che oggi è il miglior conto non lo rimarrà a lungo perchè la concorrenza si muove e le necessità di liquidità delle banche variano nel tempo. Ecco perchè sempre più risparmiatori non si fossilizzano su una sola banca ma sono pronti a spostare la propria liquidità in base alle promozioni del momento. Noi qui facciamo questo, monitoriamo le promozioni e cerchiamo di capire quali condizioni fanno al caso nostro e quali evitare cercando di aiutarci l'un l'altro, non tralasciando inoltre i pareri degli amici che sono già stati clienti di quella banca.
il Forum di contideposito.it

Pro e Contro dei conti deposito

I vantaggi sono principalmente quello di percepire una remunerazione favorevole, molti apprezzano anche il fatto di percepire i conti dep. come il massimo della sicurezza informatica perchè i soldi possono essere tolti da tale conto solo con bonifici verso un conto corrente del medesimo intestataro predefinito dallo stesso risparmiatore . Altri vantaggi derivano dalla gratuità della maggioranza dei conti dep. infatti in genere non si paga alcun canone, non si pagano i bonifici in entrata o in uscita, l'unico costo spesso è costituito dai bolli statali che come vedremo incidono comunque poco. Un altro importante punto a favore è il basso livello di rischio in confronto ad altri tipi di investimento, ricordiamo che i soldi parcheggiati nei conti deposito godono della tutela del fondo di garanzia di tutela dei depositi (fino a 100mila € per depositante per banca). Un ulteriore vantaggio è dato dalla possibilità di smobilizzare l'investimento, infatti molto spesso anche quando si scelgono linee vincolate le banche prevedono la facoltè per l'investitore di smobilizzare in anticipo i propri soldi rinunciando a parte degli interessi. Chiudiamo la lista dei vantaggi con la comodità di poter monitorare e muovere i propri risparmi a piacimento dal computer senza file in banca o perdite di tempo, potendo valutare le alternative offerte dai vari istituti di credito di volta in volta.
Gli svantaggi dei conti deposito consistono nel fatto che per aprirlo è comunque necessario avere un conto corrente (non necessariamente della stessa banca) inoltre non è possibile addebitare bollette o rid o effettuare altri pagamenti in quanto la sola funzione del conto deposito è quella di parcheggio remunerato per i nostri soldi.

I Bolli statali nel 2014

I bolli sono diversi a seconda del tipo di conto.
Per i conti correnti tradizionali intestati a persona fisica se avete una giacenza media inferiore ai 5000 euro non pagherete niente! oltre i 5mila euro pagherete 34,20 euro ,questo vale solo per i conti correnti tradizionali non per i conti deposito sui quali si applicano differenti regole.
Per i conti deposito la situazione per alcuni rimarrà invariata perchè la banca potrebbe continuare a farsi carico dei bolli come in precedenza, tuttavia nel caso decidesse di lasciare al cliente l'onere del pagamento dei bolli (e molte stanno facendo così) nel 2014 il bollo è previsto per i conti deposito è 2 per mille (finalmente è stato abolito il minimo di 34,20). Ricordate di verificare se la banca si fa carico dei bolli. Quindi 10mila euro in un conto deposito pagano 20 euro di bolli annui.
Nel caso si attivino delle linee vincolate all'interno di un conto corrente per quanto riguarda il calcolo di bolli esse vengono equiparate ad un conto deposito, quindi l'importo vincolato prevede il 2 per mille di bolli e non viene però considerato quando si calcolano i bolli del conto corrente cioè non si conteggia nella soglia dei 5000 euro.

I Conti deposito, cosa sono e come funzionano

Un conto deposito si distingue dal conto tradizionale principalmente per la sua funzione di "parcheggio di liquidità". Questo tipo di conto è in genere molto meno costoso di un normale conto bancario, anzi nella maggior parte dei casi i costi di apertura e chiusura sono totalmente gratuiti. Le operazioni eseguibili su tali conti sono in genere limitate ai bonifici in entrata e in uscita verso un conto intestato a nostro nome, tale limitazione è anche una ulteriore garanzia di sicurezza perchè i soldi depositati su un conto deposito potranno essere spostati solo verso conti bancari intestati al medesimo titolare. Non potremo addebitare bollette o altri pagamenti su un contodeposito, non potremo disporre bonifici verso terze persone, non potremo associarvi una carta di credito, i c. deposito servono infatti per parcheggiare i nostri risparmi e percepire un interesse, sono la soluzione ideale per chi dispone di soldi liquidi ma non vuole immobilizzarli in obbligazioni o azioni o titoli di stato o altri investimenti più rischiosi. I vantaggi sono evidententemente nella diminuzione delle spese di tenuta conto e nei tassi di interesse solitamente superiori ai classici conti correnti. Va anche detto che stanno nascendo nuovi prodotti molto simili a conti deposito e che vengono abbinati a conto correnti online.

Tassazione rendite finanziarie: gli interessi lordi e netti

Con l'approvazione definitiva del decreto del governo Renzi si è deciso un aumento della tassazione sulle rendite finanziarie dal 20 al 26% per quasi tutti gli strumenti finanziari compresi quindi anche i conti deposito (si salvano le obbligazioni statali ma visti i rendimenti attuali di bot e btp c'è poco da festeggiare) la nuova tassazione è attiva dall'1 luglio 2014. Ricordiamo che si stà parlando di tassazione degli interessi e non del capitale, quindi su 100 euro di interessi lordi lo stato ne trattiene 26, ne deriva perciò che in tale esempio gli interessi netti quindi saranno 74 euro.
Comunque per rendere l'idea di quanto la tassazione degli interessi possa influenzare i nostri risparmi, ipotizzando di investire per un anno 10mila euro al 3%, gli interessi lordi ammonterebbero a 300 €, con una tassazione degli interessi al 26% diventano 222€ netti.

Interessi anticipati e posticipati, un esempio

Avete notato che alcune banche propongono interessi anticipati anzichè i classici interessi posticipati, la differenza consiste nel fatto che con gli interessi anticipati, il giorno in cui investiamo riceviamo immediatamente gli interessi e possiamo utilizzarli come ci pare. Sembra un controsenso, perchè si suppone che se investo dei soldi non ne abbia urgente bisogno, tuttavia l'interesse anticipato è particolarmente gradito ad una fetta di risparmiatori. Quello che vogliamo calcolare è che differenza c'è tra ricevere un interesse anticipato o posticipato e lo faremo con un semplice esempio.
Supponiamo di avere 100mila euro e di investirli ad un tasso annuo netto del 4%. Con un tasso posticipato otterremo 4000 euro trascorsi 12 mesi, mentre con un tasso anticipato otteniamo subito 4000 € li reinvestiamo immediatamente al 4% netto ottenendo altri 160 €. Nel primo caso abbiamo interessi per 4000 € nel secondo caso gli interessi ammontano a 4160 € (di cui 160 subito disponibili). In pratica € come se avessimo investito ad un tasso del 4,16% netto.
Quanto vale quindi un interesse anticipato rispetto al medesimo interesse posticipato? dipende dal valore del tasso in questione, per un 4% netto abbiamo visto che la differenza corrisponde ad un 0,16%, in generale più è alto il tasso più maggiore è la convenienza di un tasso anticipato.

Come scegliamo un conto deposito

L'aspetto più evidente che viene preso in considerazione nella scelta del conto deposito è ovviamente il tasso d'interesse che ci viene promesso, tuttavia ci sono molti altri fattori che noi teniamo in considerazione prima di attivare un nuovo conto. Sperando di fare cosa utile proviamo a riassumerli qui di seguito... ..leggi tutto

Deposito Libero, Vincolato e Svincolabile

Quando parcheggiamo liquidità in un conto in genere possiamo scegliere se lasciarli semplicemente nel conto senza alcun vincolo percependo quindi il tasso base ed essendo completamente liberi di spostare i nostri soldi in qualsiasi istante. In alternativa spesso è prevista la possibilità di attivare degli investimenti che prevedono vincoli temporali, le scadenze più diffuse sono 1 mese, 3 mesi, 6 mesi, 1 anno, 18 mesi, 2 anni. Quando sentiamo parlare di depositi vincolati però la prima cosa che facciamo è verificare se in caso di necessità sarà possibile svincolarli prima della scadenza rinunciando al tasso previsto dal vincolo e accontentandosi del tasso previsto per gli svincoli anticipati (che di solito ma non sempre corrisponde al tasso base).
Esistono infatti due tipologie di depositi vincolati, quelli svincolabili e quelli non svincolabili, questi ultimi rendono di fatto indisponibili i nostri risparmi per l'intera durata dell'investimento e non potremo in alcun modo utilizzarli prima della scadenza neanche rinunciando alla remunerazione degli interessi. Pare ovvio che a parità di remunerazione un deposito svincolabile è più interessante rispetto ad uno che non lo è.

PROMOZIONI NUOVI CLIENTI e BANNER PUBBLICITARI È NOSTRO SPONSOR? BANCA TIPO DI CONTO DOMANDE E COMMENTI
Apple iPhone 6 Image Banner 234 x 60 SI HelloBank
(BNL - BNP Paribas)
C.Corrente
senza vincoli


SI Conto Fineco
Fineco Bank
Conto Corrente


SI C/C Arancio
ING Direct
Conto Corrente
468x60 CD Zanox
SI
CheBanca
Gruppo MedioBanca
Conto Deposito
ContoConto NO ContoConto
Banca Carige
Conto Deposito
*In questa tabella pubblichiamo messaggi promozionali, pubblicità, offerte da banche autorizzate ad operare in Italia, non verranno prese in considerazione offerte di istituti di credito sprovvisti di regolare autorizzazione.
Cerchiamo di aggiornare più frequentemente possibile la tabella delle offerte tuttavia le condizioni possono variare senza preavviso quindi fate riferimento alle condizioni che compaiono nelle pagine delle promozioni raggiungibili tramite il link in tabella. Utilizzate questa tabella solo per farvi un primo quadro generale, non rispondiamo di eventuali inesettezze, per suggerire nuove promo utilizza lo spazio commenti in fondo a questa pagina o visita il forum.